Il regista Matt Reeves ha discusso ieri con Esquire di come The Batman non includerà l’iconica storia delle origini del Crociato Incappucciato. 

Reeves ha parlato con Esquire di come ha affrontato la storia di questo personaggio, in cui osservava che Reeves voleva guardare questa storia delle origini da una prospettiva diversa:

“Certo, potresti riavviare Batman: è stato fatto dozzine di volte da quando è apparso per la prima volta in Detective Comics nel 1939, quasi sicuramente di più. Ma qualcuno avrebbe lo stomaco per l’ennesima rivisitazione della sua storia di origine, da un’angolazione leggermente diversa? “L’abbiamo visto così tante volte”, dice Reeves. “È stato fatto troppo. Sapevo che non potevamo farlo”.

Reeves invece sembrava aver esaminato altri fumetti e storie di Batman, tra cui Batman: Year One dello scrittore Frank Miller e dell’artista David Mazzucchelli , mostrando un giovane Bruce Wayne che cerca di capire come diventare l’eroe che i fan conoscono oggi. Questo, insieme ad altre influenze tra cui i film di Hollywood degli anni ’70 come The French Connection , Chinatown Taxi Driver , ha dato a Reeves la sua idea di come affrontare la storia che voleva raccontare senza ricostruire il vecchio terreno.

Questa idea dovrebbe sicuramente essere gradita ai fan poiché la storia delle origini di Batman è stata distrutta. Da un lato, il recupero di una storia delle origini pone un nuovo adattamento su un terreno familiare prima di lanciarsi su un potenziale nuovo terreno. D’altra parte, queste storie sono state fatte così tante volte che i fan non sono più interessati a questo riepilogo. Questo potrebbe potenzialmente rallentare un film che sta cercando di dare nuova vita a questi personaggi, in particolare uno la cui interpretazione più recente ha lasciato un po’ a desiderare.

Reeves ha detto a Esquire che sente di aver realizzato la migliore versione possibile di questa storia, combinando elementi noti con quelli che devono ancora essere collegati al personaggio, affermando che “ne sono molto orgoglioso. Ho sentito che era la versione migliore della storia che potessimo fare per giustificare l’avere un altro Batman. Devi sempre avere una ragione, e fin dall’inizio quella è stata la mia missione”.

The Batman uscirà nei cinema il 4 marzo 2022. 

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata